piperno menu e vini Il ristorante foto sala ed esterno storia Gastronomia specialità della casa pasta fresca Contatti e prenotazioni Ristorante Piperno  
 
La storia del ristorante
Dobbiamo assegnare alla famiglia Piperno il merito di aver fondato il più caratteristico e antico luogo di ristorazione nel Ghetto che, dal 1963, è gestito dalle famiglie Mazzarella e Boni e dove per tutto l'anno, oltre ai tipici piatti della cucina Romana, possiamo gustare i famosi, appetitosi e unici Carciofi alla Giudia. E' notorio che non c'è angolo di Roma dal quale non promani un particolare fascino derivante dalla sua suggestiva storia millenaria. Chi sale, per esempio, su questa silenziosa e appartata piazzetta detta - Monte de' Cenci, sappia che la sua modesta altura è formata dalle rovine del lato ricurvo del circo costruito nel 221 a.C. dal censore Caio Fiaminio. E non basta; una lapide posta su di una casa nei pressi di questo "Monte" in via San Bartolomeo dei Vaccinari, ricorda dove nacque, da un tavernaio e da una lavandaia, il tribuno romano Cola di Rìenzo. Nel secolo XVI era questo un verde terreno elevato degradante verso il fiume Tevere, allorquando la celebre famiglia Cenci vi costruì il suo vasto palazzo, articolato in quattro corpi di fabbrica, che sostituì le antiche case dei Crescenzi. Il palazzo ha una delle minori facciate su questo piccolo largo dove ora voi vi trovate, che si eleva a torre mozza e si collega ad angolo retto con l'altra fiancata che chiude la piazzetta. A destra sorge la chiesetta, ora in restauro, intitolata a S. Tommaso, eretta nel secolo XII da un vescovo Cenci e poi rifatta più volte. L'ultimo suo rifacimento nel 1575, fu eseguito a cura del famigerato Francesco Cenci che, nella cappella a sinistra dell'altare maggiore predispose la sua tomba. Com'è noto, egli fu ucciso dai due figli Giacomo e Beatrice nel castello della Petrella, nell'alta Sabina ove rimase il suo corpo. I parricidi vennero condannati alla pena capitale l'11 settembre 1599 e in questa chiesetta furono sepolti i resti mortali di Giacomo, mentre il corpo di Beatrice giace in San Pietro in Montorio.
  pagina 1   pagina successiva
 
Si accettano le seguenti carte di credito e bancomat
MasterCard - Visa  - Diner Club

Aperto da Martedì a Domenica
(Domenica solo servizio pranzo)


Pranzo dalle 12.45 alle 14.20
Cena dalle 19.45 alle 22.20


Riposo settimanale
Domenica sera e tutto il lunedì

 
Agenzie di viaggio, Associazioni
di Categoria, Privati

Si effettuano pranzi nei giorni che
vanno dal Martedì al Venerdì, per
gruppi non superiori alle 15 persone.
La fascia oraria dedicata va dalle
12:30 alle 14:00; si informa inoltre,
che il saldo del conto va effettuato
al termine del pasto.
 
 
  © Copyright 2009 - All rights reserved
credits | NAIV
 
Piperno | menu - vini | ristorante | storia | gastronomia | contatti
Mappa Download Mappa Ristorante Piperno Ristorante Piperno su Istagram