Le nostre specialità sono un punto fermo della cucina romana e rappresentano un solido legame con il passato della tradizione romana. Selezioniamo quotidianamente prodotti di prima scelta dai nostri fornitori di fiducia per offrirvi sempre il meglio.

Ristorante Piperno a Roma dal 1860, carciofi alla giudia
Ristorante Piperno a Roma dal 1860, filetti di baccalà
Ristorante Piperno a Roma dal 1860, fiori di zucca

Carciofi alla giudia
Sanno essere un ottimo antipasto per chi è impaziente di provarli, un gustoso primo piatto, un giusto secondo piatto, anche un ottimo contorno per tutti i golosi.

Filetti di baccalà
Teneri filetti di merluzzo del nord Atlantico, sono avvolti dalla nostra gustosa pastella, per renderli croccanti e assai leggeri dopo la frittura.

Fiori di zucca ripieni di mozzarella e alici
Il fior di latte si fonde alla perfezione con l’alice. Questo è quello che accade all’interno dei fiori di zucca fritti in una pastella croccante e invitante.

Ristorante Piperno a Roma dal 1860, gnocchi pomodoro e basilico
Ristorante Piperno a Roma dal 1860, tagliolini alla pescatora
Ristorante Piperno a Roma dal 1860, spaghetti cacio e unto

Gnocchi pomodoro e basilico
GLi gnocchi di patate da noi preparati serviti con il sugo della nostra quotidianità; pomodoro e basilico.

Tagliolini alla pescatora
Frutti di mare, pomodoro, peperoncino prezzemolo ed i nostri tagliolini per un piatto che dell’Estate mediterranea è la perfetta sintesi.

Cacio e unto
Gli spaghetti cacio e unto li potrete trovare solo qui; una nostra ricetta esclusiva, il piatto più richiesto insieme ai carciofi alla giudia. Sorprendenti.

Ristorante Piperno, la pasta e ceci
Ristorante Piperno a Roma dal 1860, fettuccine alla amatriciana
Ristorante Piperno a Roma dal 1860, coda alla vaccinara

Pasta e ceci
E’ la nostra minestra. Inconfondibile con i suoi profumi,richiesta ed apprezzata per il suo gusto. Viene servita con i nostri tagliolini. I  clienti più golosi ne richiedono spesso il bis.

Fettuccine all’amatriciana
Guanciale, olio d’oliva, peperoncino e pomodoro,sale, pepe e un pizzico di peperoncino per il piatto che Roma ed i romani hanno adottato sin
da subito.

Coda alla vaccinara
Ecco un altro piatto “povero” della cucina romana di un tempo.
Tenerissimo e magro, questo piatto è spesso accoppiato con uno dei nostri primi
piatti; gli agnolotti.

Ristorante Piperno a Roma dal 1860, trippa alla romana
Ristorante Piperno a Roma dal 1860, costolette d'abbacchio alla scottadito
Ristorante Piperno a Roma dal 1860, frittura di calamari

Trippa alla romana
Uno dei piatti poveri della cucina romana, come la coda, era quasi regalato dalle macellerie di un tempo. Come spesso accade “la necessità aguzza l’ingegno” e la trippa alla romana ne è un’ottima sintesi, diventando nel tempo una colonna della tradizione romanesca.

Costolette di abbacchio “alla scottadito
Piatto antico e ruspante della cucina romana, venivano servite ancora roventi di padella e consumate
senza posate, da qui la dicitura scottadito.

Calamari fritti
La nostra frittura di calamari è offerta quotidianamente nel nostro menù. La si apprezza pienamente se consumata senza posate e condivisa con i propri ospiti.

Ristorante Piperno a Roma dal 1860, frittura di alici
Ristorante Piperno a Roma dal 1860, mazzancolle arrosto
Ristorante Piperno a Roma dal 1860, le palle nonno

Frittura di alici
Ottimo apripista per le portate di Piperno, le alici hanno sempre il loro perché.

Mazzancolle arrosto
Il piatto di pesce preferito dalle signore, gustoso e leggero nello stesso tempo.

Palle del nonno
Nel dialetto romano il nonno è sempre citato per evocare o enfatizzare delle situazioni. Il nostro dolce, le palle del nonno, ne sono un classico esempio.